Greek English Dutch German Swedish Russian
Lefkada
Links Sitemap

Web Cam Lefkada - Central Square

Mappe di Lefkada
Feste del verbo e dell’ arte Festival Internazionale del Folclore
Manifestazioni
Museums & Galleries in Lefkada
The Web Site is hosted to SYZEFXIS

Kite Surf

Sulla spiaggia Milos, una delle spiagge della città di Lefkada, ogni anno volano in aria un numero sempre più alto di aquiloni del kite surf. Questo nuovo sport estremo si pratica ogni anno in questa spiaggia, dove si svolgono anche gare di kite surf open, organizzate dall’amministrazione autonoma di Lefkada con la partecipazione di molti atleti greci e stranieri. Questo sport avvincente fa salire l’ adrenalina alle stelle, in quanto il maestrale propizio che soffia tutto l’ anno spinge il kite a grandi velocità, 30-40 miglia all’ ora, mentre gli spettatori si godono un vero e proprio spettacolo.

Un approccio al kitesurf  

Il kitesurf è nato dalla combinazione di molti altri sports (windsurfing, waterski, wakeboard, paragliding) e da un lato potrebbe essere considerato un’ evoluzione naturale del windsurfing, visto che l’ impiego di un’ attrezzatura più leggera offre illimitate possibilità all’ atleta. L’ atleta usa una piccola imbarcazione, che guida mentre tiene stretta la barra che lo lega con lunghe corde all’ aquilone. La caratteristica fondamentale che contraddistingue il kitesurf è la forza della spinta, vale a dire la terza forza che è stata aggiunta, con la quale l’ atleta può sfruttare la trazione dell’ aquilone verso l’ alto per eseguire così altissimi salti e, di conseguenza, manovre molto spettacolari.

Questa forza è anche l’ elemento che differenzia il kitesurf dagli altri sports acquatici, dove l’ atleta sfrutta la forza di trazione dell’ imbarcazione, come nel wakeboard o nel water ski oppure della vela come nel windsurf, che qua si uniscono limitando però le occasioni di eseguire salti, considerando che questa trazione non spinge l’ atleta verso l’alto e perciò non ha il vantaggio che gli offrono le corde lunghe (20-30 m.) dell’aquilone in combinazione con la forza della spinta. 

Vantaggi del kitesurf

Il kitesurfer non è obbligato a rincorrere il vento forte. Già da 2-3 bft si può esibire nello sport specifico, facendo manovre impressionanti e salti alti. Il motivo è semplice: all’altezza di 15-30 m. dal livello del mare dove vola l’ aquilone si manifesta il fenomeno dell’ effetto terra (ground effect) e il vento è più forte del 40% di quello che soffia sulla superficie dell’ acqua, dando all’ atleta la possibiità di volare anche senza vento.
Si impara molto più facilmente il kitesurf in confronto agli altri sports acquatici. Un istruttore necessita solo di 2-3 ore per insegnare all’ atleta principiante il waterstart e fare il suo primo percorso. L’ aquilone è indipendente dalla trazione ausiliaria dell’imbarcazione e, quindi, è economicamente molto più conveniente di altri sport che si praticano con mezzi motorizzati, come ad esempio il wakeboard. L’ attrezzatura del kitesurf non è voluminosa nè pesante. Quindi il suo trasporto non rappresenta un problema. In mancanza d’ altro, si può trasportare anche sul motorino. Il kitesurf, in sostanza, richiede meno spese del windsurf; infatti le quattro linee di aquiloni con la capacità dei sistemi depower offrono la possibilità di vasta gamma di impiego; un aquilone corrisponde a 3 vele del windsurf e, naturalmente, l’ atleta non necessita nè di alberi nè di grosse barre.
Il kitesurf è l’ unico sport in cui si sente la forza unica della terza dimensione, che non si può sentire in nessun altro sport, cioè la forza della spinta. Grazie alla forza della spinta si riesce a fare salti anche quando il mare è del tutto calmo. D’ altronde, i salti nel kitesurf si eseguono molto più facilmente che in qualsiasi altro sport. Già dal primo mese il principiante può cimentarsi nei salti, cosa che nel windsurf è assolutamente impossibile. 

Ulteriori informazioni si possono trovare nel sito www.kitesurfing.gr